Pem 2017: 123 operazioni mappate dall'Osservatorio

E' stato presentato, presso il palazzo delle stelline a Milano, il diciassettesimo Rapporto dell’Osservatorio Private Equity Monitor – PEM® della LIUC. Nel 2017 il mercato conferma la tendenza già registrata negli ultimi anni (dopo la parentesi del 2011 e del 2012), con una netta prevalenza delle operazioni di buyout, che si attestano al 67% delle preferenze (anche se è da segnalare la riduzione rispetto al 77% dell’anno precedente). In ripresa, seppur faticosa, l'expansion con una quota del 25% rispetto al 22% del 2016. Il residuo 8% del mercato è costituito principalmente da operazioni di turnaround (6%, in decisa crescita rispetto all’1% dell’anno precedente), mentre il 2% è relativo a interventi di replacement. Sul fronte della distribuzione regionale, la Lombardia, regione che da sempre risulta essere il principale bacino per gli operatori, nel corso del 2017 ha rappresentato il 36% del mercato. Seguono Emilia Romagna (18% del totale), Veneto (17%) e Piemonte (7%). Nel Mezzogiorno, si sono chiuse quattro operazioni (5 nel 2016), di cui due in Puglia e una, rispettivamente, in Campania e Basilicata. Per quanto concerne i settori d’intervento, il 2017 conferma l’ormai consolidato interesse degli operatori verso i prodotti per l’industria (38%, in deciso aumento rispetto allo scorso anno) e la tenuta del comparto dei beni di consumo (19%). L’Osservatorio  è supportato da: EOS Investment Management, EY, Fondo Italiano di Investimento, McDermott Will & Emery Studio Legale Associato e Value Italy.

Documenti allegati
Condividi su: