Hibot, la startup giapponese con dna italiano

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

La startup Hibot, fondata a Tokyo nel 2004 da un ragazzo di origini italiane, si occupa della realizzazione di robot per il controllo delle infrastrutture. I suoi clienti sono, tra gli altri, Hitachi e Chevron. Di recente ha firmato, insieme ad altre figure di spicco della robotica e dell’intelligenza artificiale, l’appello dell’Onu per una moratoria contro le armi di nuova generazione e ha specificato, all’interno del proprio statuto, che non  fornisce tecnologie per scopi militari.

Tags
#Hibot
Condividi su:
Iscriviti per ricevere la nostra newsletter