Limitare lo spreco e promuovere la sostenibilità: ecco i due progetti che coinvolgono anche alcune startup

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Negli ultimi anni sono diversi i progetti nati per promuovere attività sociali e solidali, legati soprattutto a combattere lo spreco alimentare e a sensibilizzare le persone verso un consumo più etico. Tra questi progetti troviamo anche “Ristorante solidale”, ideato da Just Eat e Caritas e promosso dal Comune di Milano, e “L’Alveare che dice Sì!”, piattaforma di vendita online sviluppata nel 2016 grazie al programma Treatabit, il percorso per le startup dell’incubatore I3P del Politecnico di Torino. Il primo progetto, che nasce da un’indagine effettuata da Caritas sullo spreco che avviene nei ristoranti, prevede la collaborazione di Just Eat, della startup Pony Zero e di Caritas per ridistribuire le eccedenze alimentari di 10 ristoranti di Milano che hanno aderito all’iniziativa, sostenendo con le loro donazioni tre comunità. Il secondo progetto, invece, si focalizza sulla spesa a km0, fornendo un’applicazione che mette in comunicazione utenti e contadini. Attraverso questa iniziativa le persone diventano più consapevoli di quello che acquistano e consumano e, allo stesso tempo, vengono promosse le piccole realtà locali che provvedono alla consegna dei prodotti ordinati on-line in appositi mercati settimanali.

Condividi su:
Iscriviti per ricevere la nostra newsletter