Menu
PWC

Boom, la startup che sta sviluppando aerei supersonici per il gruppo Virgin

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Il concorde potrebbe aver fallito ma non è ancora la fine per i voli commerciali supersonici; Boom, startup con base in Colorado, sta lavorando sulla produzione di aerei supersonici che potrebbero essere in grado di viaggiare 2,6 volte più veloci degli attuali voli di linea, raggiungendo così i 2300 km/h circa. La società ha trascorso gli ultimi tre mesi seguendo il programma di accelerazione di Y Combinator, chiudendo poi un accordo con Virgin. La compagnia del miliardario Richard Branson ha infatti preso in opzione i primi dieci aeroplani che verranno prodotti. Inoltre, Virgin Galactic, la compagnia privata di esplorazioni dello spazio appartenente al magnate inglese, assisterà Boom nella manifattura e nei test dei velivoli grazie al suo braccio operativo “The Spaceship Company”. Il paragone con l’ormai defunto Concorde, viene immediatamente; la startup afferma di avere una strategia differente: se da una parte il Concorde fu un successo tecnico, dall’altra fu un fallimento dal punto di vista economico. Poteva ospitare 100 passeggeri, il prezzo di un volo era pari a circa 20mila dollari mentre le previsioni di Boom puntano a un biglietto New York - Londra in 3 ore e mezzo per 5mila dollari. Ciascun aeroplano disporrà di 40 posti, così da avere più probabilità di viaggiare a pieno carico, senza posti vuoti.

Condividi su:
Iscriviti per ricevere la nostra newsletter