Menu
PWC

Il corporate venture cresce e cerca startup

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

AppyParking, startup che con un’app che aiuta chi guida a trovare parcheggio, è stato finanziato dal corporate venture capital. La società inglese aveva vinto un premio di 10mila dollari da Ford in un concorso nato per trovare soluzioni automobilistiche che aiutino a vivere meglio; successivamente, l’app ha preso parte a un programma d’accelerazione di Microsoft Venture e a gennaio di quest’anno il fondo di venture capital Aviva Ventures, ha investito 1,5 milioni di dollari nella app. Non è il primo caso di un corporate venture che investe in operazioni di successo; come scrive il Financial Times, in Uk si sta vivendo un vero e proprio boom di investimenti da parte di questi soggetti; compagnie di tutto il mondo hanno investito, nel 2015, 75,4 miliardi di dollari in corporate venture 5 volte tanto quello investito nel 2012, secondo i dati di Global Corporate venturing, e oggi circa un terzo degli acceleratori europei sono supportati o gestiti da grandi imprese. Le grandi aziende cercano sempre di più startup nelle quali investire che magari trovino una soluzione innovativa anche ai loro processi aziendali eppure il corporate venture ha attraversato diverse alti e bassi come ad esempio subito dopo la bolla delle dotcom, quando molte aziende hanno chiuso o ceduto i propri incubatori e team di investimento. Oggi siamo di fronte a una nuova fase di forte crescita; Londra ad esempio ha circa 50 acceleratori che spingono le startup a crescere e non sempre però portano a successi, da qui l’accusa che qualche offerta di scarso valore in cambio di una partecipazione, possa creare una nuova bolla.

Condividi su:
Iscriviti per ricevere la nostra newsletter