Private Equity Monitor – Pem: a settembre annunciati 12 nuovi investimenti

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Il mercato del private equity non tira il fiato neanche a settembre, storicamente tra i meno intensi insieme al bimestre luglio/agosto a causa dell’effetto stagionalità, facendo registrare altri 12 nuovi investimenti. Lo scorso anno, nel medesimo periodo, l’Osservatorio PEMÒ di LIUC – Università Cattaneo aveva mappato 10 investimenti. Il 2019 si va configurando a tutti gli effetti come un nuovo anno record, ancor più rispetto al già eccellente 2018, avendo già raggiunto dopo nove mesi quota 144 operazioni (lo scorso anno erano 110). Il mese appena trascorso, caratterizzato da un’eccellente vivacità del settore se si tiene anche conto di numerose operazioni annunciate e in procinto di chiudersi a breve, conclude, dunque, un terzo trimestre di sicuro interesse per gli investitori, che hanno portato a termine ben 52 nuovi investimenti (contro i 34 del medesimo periodo del 2018). Sulla base dei valori enunciati, l’Indice trimestrale Private Equity Monitor Index – PEMÒI, elaborato dai ricercatori dell’Osservatorio PEMÒ attivo presso la Business School di LIUC – Università Cattaneo, si è attestato così a quota 433, un valore mai registrato in questo periodo dell’anno nella storia pluriennale dell’indicatore. Anche a settembre, le operazioni di buy out si confermano predominanti sul mercato, con una percentuale leggermente inferiore rispetto al trend consueto (67%), mentre le operazioni in capitale per lo sviluppo si attestano al 25%, in leggera ascesa; da rilevare la presenza di un intervento di ristrutturazione aziendale, categoria che conferma una discreta ripresa rispetto al passato, pur rimanendo di rilevanza marginale. Quattro interventi di buy out rappresentano operazioni di add on, ovvero acquisizioni finalizzate alla crescita per linee esterne dell’impresa partecipata, sotto la regia dell’operatore di private equity. Dal punto di vista geografico, il settore risulta come sempre polarizzato nel nord del nostro Paese, in questo caso, nello specifico, in due regioni: 42% in Lombardia, 16% in Emilia Romagna. Un ulteriore 25% si localizza in altre aree del nord Italia, mentre è interessante rilevare come le Marche, regione storicamente marginale, conquisti ben il 16% del mercato. In ottica settoriale, invece, si segnala il 42% dei beni di consumo, il 16% dei prodotti industriali e la presenza di altre operazioni concluse in ambiti settoriali meno frequenti, quali utilities, grande distribuzione ed alimentare. Le piccole e medie imprese rappresentano, come sempre, il principale bacino di riferimento per gli operatori, anche se non mancano un paio di deals con enterprise value di maggiore rilievo, come già nei primi sei mesi dell’anno. Si conferma anche in questo arco temporale del 2019 l’interesse ed attenzione dedicati dagli investitori internazionali alle imprese del nostro Paese (51% dell’intero mercato nei primi nove mesi, dato che sale al 58% se si considera il solo mese di settembre). In tale contesto, si segnalano l’acquisizione di Valedo effettuata da Ipe, nonché quella di Menghi a cura di Lion Capital. Degni di nota, anche, l’ingresso di NB Aurora in Rino Mastrotto Group e quello di Indigo Capital in Cristallina, holding che esprime la proprietà di alcune tra le acque minerali di maggiore diffusione. Tra gli add on, di primo piano l’acquisizione di Prodotti Rubicone a cura di Italcanditi, sotto la regia di Investindustrial.

Condividi su:
Iscriviti per ricevere la nostra newsletter
Redazione
Chi siamo
Tag più usati
#Alpha Private Equity, #Apollo Global Management , #Generali, #Primomiglio, #Barcamper Ventures, #PwC, #Pem Private equity monitor, #Elon Musk, #NB Aurora, #Nb Reinassance, #Neuberger Berman , #Principia, #Clessidra, #BlackRock, #Tencent , #Dea Capital , #KKR, #LVenture, #Investindustrial, #Carlyle, #Charterhouse, #QuattroR, #Advent International, #Fondo italiano d'investimento, #Palamon Capital Partners, #Liuc - Università Cattaneo, #Innogest, #Pesenti, #Italmobiliare, #Oltre venture, #AIFI, #Intesa Sanpaolo, #Poste, #Azimut, #Trentino Sviluppo , #Alto Partners, #Quadrivio, #Club degli Investitori, #Ferrero, #Warburg Pincus , #Elliott, #Innocenzo Cipolletta, #Fosun, #Carlyle Group, #Ambienta, #Peninsula Capital, #AIFI, #21 Investimenti, #Green Arrow Capital, #Permira, #BC Partners, #Cinven, #Ardian, #Eqt, #Blackstone, #Oxy Capital , #Apollo, #Cerberus Capital, #CvC, #Advent, #H-Farm, #Unicredit, #Google, #Investcorp, #Talent Garden, #Cerberus, #Milan, #Borsa Italiana, #Apax, #Consob, #Goldman Sachs, #Nexi, #Alibaba, #Eni, #Mediobanca, #Bain Capital, #Rcs, #Uber, #Tikehau Capital, #Fintech, #Apple, #Cassa depositi e prestiti, #Invitalia Ventures sgr, #Mise, #York Capital, #Microsoft, #Cdp, #Cina, #Ergon Capital, #NB Renaissance Partners , #EOS Investment Management, #Amazon, #Alcedo, #Startup , #P101, #Tamburi Investment Partners (Tip), #Cvc Capital Partners, #GIOIN, #Digital Magics, #Borsa, #Wise, #Intesa Sanpaolo, #Startup, #Crowdfunding, #Cavalli, #Armonia, #VentureUp, #Pmi, #Lvmh, #F2i, #JC Flowers, #Carige, #SICI , #AIM italia, #Mittel, #Intesa SanPaolo, #Andrea Bonomi, #Hig Capital, #Università di Trento, #Investindustrial, #Fei, #Varde, #Eurazeo, #Wisequity IV, #LCatterton, #LVenture Group, #Luiss EnLabs, #Mps, #Fortress, #Venture capital, #Alpha, #Il Sole 24Ore, #Consilium, #Pai Partners, #HIT Hub Innovazione Trentino, #Tpg Capital, #Lone Star, #Vertis, #Lazio Innova, #SMAU, #Palladio, #Venture capital , #Esselunga, #Bridgepoint Capital, #Private equity , #Panakès, #Enel, #Neuberger Berman, #Hit (Hub Innovazione Trentino), #Lendix, #HIT, hub innovazione trentino, #Spaxs, #Corrado Passera, #Terra Firma, #Ducati, #L Catterton, #Private equity, #Mandarin, #Spac, #Invitalia, #Jc Flowers, #Yahoo!, #Tim, #IDeA Capital Funds , #Snapchat, #Cairo