Primo investimento per il fondo di private debt Antares AZ1

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Acque Minerali d’Italia ha emesso un bond da 6 milioni a 5 anni, interamente sottoscritto dal fondo Antares AZ1, gestito da Futurimpresa sgr (controllata da Azimut holding). Lo scrive Stefania Peveraro su MF; la holding, controllata dalla famiglia Pessina, ha chiuso il 2015 con un fatturato di 117,9 milioni di euro di ricavi per oltre un miliardo di bottiglie prodotte (784 milioni nel 2014), 14,2 milioni di ebitda (10,3 milioni nel 2014) e un debito finanziario netto di 45,8 milioni. Lo scorso marzo il gruppo ha siglato il closing dell’acquisizione da Fonti del Vulture (joint venture tra Coca-Cola HBC Italia e The Coca-Cola Company) dello stabilimento lucano di acque minerali di Monticchio Bagni, con i marchi Toka, Solaria e Felicia, arrivando complessivamente a contare oltre 20 brand che operano in otto stabilimenti di produzione dislocati in tutto il territorio italiano. Per Antares AZ1, guidato da Stefano Romiti e Gabriele Casati, quello su Acque Minerali d’Italia è il primo investimento. Il fondo ha chiuso la raccolta in primavera a 80 milioni di euro, grazie soprattutto al contributo di Azimut holding e del fondo di fondi di private debt di Fondo Italiano d’Investimento sgr. Acqua Minerali d’Italia controlla le società a cui fanno capo i noti marchi Norda, Sangemini e Gaudianello. Quanto incassato con il collocamento del bond verrà utilizzato per finanziare parte di un ampio programma di investimento per i prossimi anni, con l’obiettivo di potenziare la piattaforma tecnologica e industriale e sviluppare un piano di marketing atto a valorizzare gli importanti brand in portafoglio, in Italia e all’estero.

Condividi su:
Iscriviti per ricevere la nostra newsletter