Persidera: i private equity ci ripensano

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

I grandi fondi di private equity che sembrano interessati all’acquisto di Persidera si sono ritirati. Dopo un passo in avanti, hanno cambiato idea motivati dalle troppe incertezze legate sia al presso di vendita (la società ha un enterprise value di 366milioni, ritenuto troppo alto) sia alla normativa. Una delle incognite sull’operazione riguarda il riconoscimento della proprietà di un multiplex allo Stato in cambio del lancio e il potenziamento del segnale 5G. Ecco perché, secondo quanto scrive Andrea Montanari su MF, Blackstone, Carlyle, KKR Macquire e Terra Firma, hanno deciso di ritirarsi. In corsa ci sono anche F2i e Clessidra; Cdp, che aveva iniziato a studiare il dossier, si è poi fatta da parte.

Condividi su:
Iscriviti per ricevere la nostra newsletter