Il nuovo Milan cinese emetterà bond da 123 milioni di euro

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Come riporta Carlo Festa su Il Sole 24 Ore, la struttura finanziaria del nuovo Milan targato Cina, recentemente acquisito per 740 milioni di euro (inclusi i debiti), inizia ad assumere una fisionomia più chiara. Il club dovrà infatti emettere un bond, quotato sul mercato di Vienna, pari a 123 milioni di euro. L’emissione, che sarà interamente sottoscritta dal fondo Usa Elliott, comprenderà i 73 milioni rimborsati alle banche italiane (BancoBpm, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Cariparma e altri) e altri 50 milioni circa per il calcio mercato. A metà maggio si riunirà l’assemblea dei soci per l’aumento di capitale. Per il futuro, considerato che sarà necessario rimborsare Elliott entro 18 mesi, si prevedono due strategie: la quotazione in Borsa ad Hong Kong o lo scongelamento dei fondi che Yonghong Li avrebbe raccolto in Cina prima del veto imposto dal governo.

Condividi su:
Iscriviti per ricevere la nostra newsletter