Menu
PWC

Dei software scrivono al posto dell’uomo

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Risale al 1984 il primo romanzo-bot, La barba del poliziotto è costruita a metà. Ma solo nel 2008 con Amore vero arriva il successo, scritto in appena 72 ore. È ormai giunto il tempo della creatività computazionale. Dal 2014 il premio letterario Nikkei Hoshi Shinichi Literary Award è infatti stato aperto anche ai libri scritti da macchine. Quest’anno vi hanno partecipato 11 romanzi su 1450; nessuno di loro ha vinto per la scarsa qualità descrittiva del testo ma nel futuro prossimo non solo romanzi, ma soprattutto articoli di sport e di finanza verranno scritti dalle macchine. Il risultato sarà un apprezzamento stilistico minore (ovviamente) ma una percezione maggiore di affidabilità. Si stima che entro il 2030 il 90% degli articoli verranno automatizzati.

Condividi su:
Iscriviti per ricevere la nostra newsletter