Al via la piattaforma Vertis per università e scaleup

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Vertis ha realizzato il primo closing di due nuovi fondi di venture capital, “Vertis Venture 2 Scaleup” (VV2) e “Vertis Venture 3 Technology Transfer” (VV3). La dotazione complessiva dei due veicoli è di 70 milioni di euro e potrà arrivare fino a 120 milioni nei prossimi 12 mesi. Per entrambi i fondi il focus di investimento sarà su progetti imprenditoriali legati a tecnologie Industria 4.0 e alla digital transformation: robotica, meccatronica, automazione, agricoltura di precisione, big data e tecnologie digitali. VV2 supporterà la crescita nei mercati internazionali delle migliori imprese innovative italiane, investendo in quelle che hanno completato lo sviluppo tecnico e stanno muovendo i primi passi nelle loro attività commerciali. I capitali a disposizione per ogni impresa saranno compresi fra i 2 e i 6 milioni di euro che si prevede di incrementare ulteriormente con il coinvolgimento di altri investitori, finanziari e industriali. VV3 avrà il compito di valorizzare la proprietà intellettuale della ricerca pubblica e accademica italiane. Investirà su progetti di imprenditorialità scientifica a partire dalla fase di proof of concept. Il fondo affiancherà inoltre questi progetti nella costituzione delle imprese spin off e li supporterà lungo tutto il percorso di valorizzazione, investendo fino a circa 4 mln di euro per quelli più promettenti. Le istituzioni partner del fondo VV3 sono: Politecnico di Torino, Scuola Superiore S. Anna di Pisa, Hub Innovazione Trentino, Università Campus Biomedico di Roma, Parco Scientifico e Tecnologico Galileo di Padova, Università Politecnica delle Marche e Università di Napoli Federico II. Sono inoltre in corso di definizione accordi simili con altri importanti atenei ed enti pubblici di ricerca nazionali.

Condividi su:
Iscriviti per ricevere la nostra newsletter