Menu
PWC

Anche l'Italia scommette sull’intelligenza artificiale

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

L’intelligenza artificiale rappresenterà sempre di più il modo attraverso cui verranno gestite le interazioni commerciali sul web. A seguire la tendenza (e forse anche ad accompagnarla) ci sono i grandi gruppi mondiali come Google, Yahoo!, Facebook e Intel che da tempo hanno iniziato a investire e acquisire società del settore. Negli Stati Uniti il mercato è in forte ascesa: gli investimenti in venture capital del settore sono passati da 45 milioni di dollari nel 2010 a 310 milioni nel 2015. L’Italia, anche se con qualche ritardo, non resta a guardare. Il nostro Paese, infatti, vanta esempi virtuosi nel campo dell’analisi dei testi. La modenese Cogito, ad esempio, è commercializzata negli Usa e recentemente, tramite un accordo con l’incubatore Digital Magics, è stata concessa alle startup Mimesi e Buzzoole. Insomma, il terreno per sviluppare soluzioni innovative ed investire sull’intelligenza artificiale, soprattutto a livello locale, c’è.

Condividi su: