Menu
PWC

La Bns si oppone alla creazione di un Fondo sovrano svizzero

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Si riapre in Svizzera il dibattito sulla possibile creazione di un Fondo sovrano, che verrebbe finanziato delle ingenti riserve della Banca nazionale elvetica e avrebbe come obiettivo quello di investire soprattutto nell’economia nazionale. A riproporlo è la deputata socialista Oberholzer che spera nell’appoggio della destra nazionalista. Assolutamente contrario è invece il presidente della Bns, Thomas Jordan. L’obiettivo della Bns è quello di frenare il franco che tende ad essere troppo forte e ad ostacolare l’export. È proprio a questo che servono le riserve che a fine maggio ammontavano a 693 miliardi di franchi. Se queste fossero destinate al Fondo sovrano non solo l’azione della Bns verrebbe limitata ma questo porterebbe anche, paradossalmente, al rafforzamento del franco stesso.

Condividi su: