Menu
PWC

Italiani in Crimea depurano l’acqua del mare

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Sono tre imprenditori italiani i primi a investire in Crimea. Si tratta di Stefano Cavalli, fisico, Marco Trevisan, ingegnere, e Fabio Bosio di Albo Consulting, fondatori della startup Genio (con soli tre dipendenti ha già un fatturato di 500mila euro). Grazie ad un generatore elettrochimico riescono a desalinizzare l’acqua marina, rendendola potabile e utile quindi all’agricoltura, ai vigneti e ai settori ricettivi. In cantiere anche progetti in Brasile, Cina, Cile e Salvador.

Condividi su: