Menu
PWC

Icbpi compra Bassilichi

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

L’Istituto Centrale delle banche popolari ha rilevato il 100% di Bassilichi per 230 milioni di euro insieme a Consorzio Triveneto e a Moneynet. La società, i cui soci sono i fondatori Bassilichi, Mps, il fondo Arno gestito da MpVenture, Finanziaria senese di sviluppo, Sici d Bper, dopo mesi di trattative ha chiuso l’accordo; la società, con mille dipendenti e 180 milioni di ricavi è nata a Firenze ed è attiva nelle attività di pagamento, dei servizi di back office e di quelli legati alla sicurezza. Nell’operazione di cessione non rientrano Abs Technology e Fruendo, il back office di Mps esternalizzato nel 2014 con 1000 occupati di cui 700 che chiedono l’annullamento dell’operazione di distaccamento da Mps; per questo motivo i Bassilichi vorrebbero investire parte del ricavato della vendita della società per creare una nuova azienda in cui confluirebbero le due esclude dall’operazione che nella newco si occuperebbero delle attività di sicurezza. Ora occorre mettere a punto i dettagli del contratto che dovrebbe vedere Marco e Leonardo Bassilichi diventare azionisti di Icbpi e avere un incarico nell’attività di riorganizzazione del nuovo gruppo.

Condividi su: