Menu
PWC

Advanced Capital, diversi pretendenti per il residuo del fondo AC II

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Come scrive Stafania Peveraro su Milano Finanzia, Advanced Capital, la società di gestione di fondi di fondi di private equity fondata da Robert Tomei e guidata da Robert Berlé, ha una nutrita schiera di pretendenti per la quota residua del portafoglio del suo fondo AC II. Lo ha detto il portfolio manager Andrea Mezzaferro, precisando che alla fine di settembre il net asset value di tale fondo era di 145 milioni e che in sede di asta ha ricevuto offerte molto interessanti, sia perché il portafoglio è ben diversificato sia perché i fondi di secondario siedono su circa 80 miliardi di dollari da investire. Dopo aver ricevuto offerte non vincolanti da parte di parecchi investitori internazionali specializzati, Advanced Capital attende ora a breve quelle vincolanti, in modo tale da poter liquidare agli investitori quanto incassato entro la primavera del 2017. Il che significa che per quella data saranno distribuiti almeno altri 150 milioni. Il fondo in questione nel 2006 aveva raccolto 321 milioni di euro e da allora alla fine dello scorso settembre ha condotto 26 investimenti, ha richiamato poco più di 300 milioni e ha già distribuito agli investitori ben 324 milioni, registrando quindi un Irr di circa l'8%, pari a un multiplo sull'investimento di 1-5-1,6 volte, in linea peraltro con gli altri fondi di Advanced Capital (a parte quello dedicato all'energia, che comunque ha registrato una performance positiva nonostante il crash del mercato). Il 59% del nav del fondo AC II si riferisce a investimenti negli Usa e il 26% in Europa, con il 46% concentrato in fondi di large buyout, il 26% in fondi di mid buyout e il 13% in fondi di debito distressed. A dare le maggiori soddisfazioni sono stati però gli investimenti in fondi dedicati a operazioni di capitale per lo sviluppo, che hanno reso 2,07 volte il capitale investito, seguiti dagli investimenti in fondi di mid buyout, che hanno evidenziato un multiplo di 1,75. I fondi di large buyout hanno comunque registrato un multiplo di 1,59. Molto bene sta andando anche l'altro fondo generalista, ossia AC III, che nel 2008 ha raccolto 228 milioni di euro e che da allora ha condotto 21 investimenti, richiamando circa 200 milioni e registrando un nav di poco meno di 150 milioni dopo aver già distribuito 150 milioni agli investitori. Il partner Federico Braguglia ha spiegato che tra le maggiori partecipazioni in portafoglio ci sono quote nei fondi di mid buyout, large buyout e debito dei principali player internazionali, da Apollo a Cvc, da Gso ad Angelo Gordon e Centerbridge. Intanto Advanced Capital è ora in raccolta con il nuovo fondo di fondi generalista AC IV, che punta a 200-300 milioni di euro.

Tags
Condividi su: