Menu
PWC

La Cina investe nelle startup

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Il mercato cinese dell’innovazione è in forte crescita: in meno di due anni, come scrive Il Sole 24 Ore, sono stati avviati oltre 1.500 incubatori e sono cresciuti gli investimenti dei venture capital. Questo boom è dovuto a un Paese non vuole più essere troppo legato alla crescita industriale e cerca così nuove vie di fuga per mantenere alti i livelli del pil. Nel 2016, il primo semestre ha chiuso con un investimento totale dei fondi di venture capital pari a 27 miliardi di dollari; queste risorse sono andate a pmi tecnologiche e digitali. La raccolta dei fondi sostenuti dal Governo ha raggiunto addirittura i 330 miliardi di dollari, erano stati 231 nel 2015. Ed è proprio il Governo cinese che in questi ultimi due anni ha investito per permettere la nascita di 1.600 piattaforme hi tech allo scopo di far nascere nuove aziende. I cinesi però non si limitano a far nascere e crescere le loro società nostrane ma guardano anche agli altri Paese come l’Italia dove startup del food, fashion, robotica, intelligenza artificiale e realtà virtuale hanno attirato l’attenzione degli. Gli unici limiti, ancora oggi evidenti, verso un Paese che punta così tanto all’innovazione sono la lingua e l regolamentazione legati anche alla proprietà intellettuale.

Condividi su: