Menu
PWC

Ludwig, oltre i limiti del linguaggio

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Ha già 75mila utenti in 168 Paesi; parliamo di Ludwig, una startup con un software che permette di scrivere in un inglese impeccabile. Il traduttore online, che prende il nome da Ludwig Wittgenstein (il filosofo viennese che sosteneva che i limiti del linguaggio sono i limiti del mondo) funziona come un dizionario interattivo: l’utente digita la frase in inglese e il sistema restituisce esempi di quella frase nei vari contesti. L’obbiettivo infatti non è sostituirsi all’utente nella traduzione, bensì offrirgli gli strumenti per farlo in maniera efficace. La startup nel 2014, anno della sua fondazione, ha vinto 25mila euro al Working Capital di Telecom Italia ed è stata così apprezzata anche dagli utenti al punto che si è diffusa prevalentemente grazie al passaparola, senza bisogno di alcun investimento in marketing.

Condividi su: