Menu
PWC

HIT e Università di Trento: chiusa la sfida per combinare conoscenze sui materiali con abilità imprenditoriali

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Sono stati 55 i giovani di 19 nazionalità, 10 team multiculturali, 4 partner istituzionali (HIT – Hub Innovazione Trenitno, UniTrento, Katholieke Universiteit di Lovanio e National Technical University di Atene), 2 partner industriali locali (Frenotecnica e La Galvanica Trentina), 3 dipartimenti coinvolti per l’Università di Trento: questi i numeri di TOP STARS 2017, la scuola invernale “EIT Raw Materials” organizzata da Università di Trento in collaborazione con HIT - Hub Innovazione Trentino. L’iniziativa, che si è conclusa nella sede del Contamination Lab a Trento, ha coinvolto i partecipanti in lavori di gruppo sull’innovazione in azienda. L’iniziativa ha fatto anche nascere un legame di collaborazione reciproca tra l’Università di Trento e due aziende operanti sul territorio, La Galvanica Trentina e Frenotecnica. TOP STARS è un progetto pilota che, attraverso un approccio pratico, mira a educare, dottorandi e ricercatori all’innovazione e all’imprenditorialità nel campo delle materie prime definite “critiche” per la loro importanza economica e per i rischi legati al loro approvvigionamento. I tre migliori progetti sono stati individuati al termine del Demo Day e i team che si sono affrontati nella sfida. Tre le categorie premiate:Frenotecnica, La Galvanica Trentina e  il miglior progetto materie prime sostenibili. Sono stati assegnati così: Frenotecnica Challenge Award al team Flash Fric, La Galvanica Trentina Challenge Award al team BioTechNO3 e EIT Raw Materials Sustainability Award al team TRENTO (Total Removal of Nitrate iOns). Tutti e tre vincono la partecipazione di diritto alla EIT Raw Materials General Assembly che si svolgerà a Berlino il prossimo 28 novembre.

Condividi su: