Menu
PWC

La Commissione europea propone modifiche ai regolamenti EuVECA e EuSEF

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Sulla base delle indicazioni ottenute a seguito della consultazione lanciata lo scorso 30 settembre e in anticipo rispetto al programma ufficiale di revisione dei regolamenti (prevista, originariamente, per luglio 2017), la Commissione europea ha formulato alcune proposte di modifica per favorire gli investimenti in venture capital. Nello specifico, la Commissione propone di:

  • ampliare lo spettro dei gestori autorizzati a commercializzare e gestire fondi EuVECA e EuSEF, al fine di includere gestori di maggiori dimensioni, quelli con AUM (asset under management) superiori a 500 milioni di euro;
  • estendere gli ‘eligible assets’ degli EuVECA, per consentire investimenti nelle small mid-caps e PMI, permettendo ad un numero più elevato di imprese di beneficiare degli investimenti EuVECA e di rendere più attrattivi gli investimenti tramite una maggiore diversificazione del rischio;
  • diminuire i costi impedendo l’imposizione di fees messe in campo dalle autorità degli Stati membri, semplificando i processi di registrazione.

Inoltre, come parte del pacchetto della Capital markets union, sarà istituito un fondo di fondi paneuropeo di venture capital che raggrupperà risorse finanziarie europee con volumi più grandi di capitale privato. Tale fondo paneuropeo dovrebbe aiutare a superare la frammentazione del mercato e ad attirare investitori privati per l’asset class del venture capital europeo.

Condividi su: