Menu
PWC

Carige chiede danni agli ex vertici

Private Capital Today
In collaborazione con:

PWC

Banca Carige chiede un risarcimento di un miliardo e 250 milioni di euro al suo ex presidente Cesare Castelbarco Albani, al suo ex ad Pier Luigi Montani e ai manager del gruppo Apollo. Dopo la decisione presa dal Cda nella seduta del 17 giugno scorso di chiedere un risarcimento per la vendita delle assicurazioni, oggi è trapelato l'ammontare della cifra richiesta. Conferme sono arrivate nel pomeriggio da fonti vicine alla banca ligure. La richiesta riguarda 850 milioni di euro per presunti danni ricevuti nel periodo novembre 2015 - 31 marzo 2016 e 400 milioni di euro relativi alla cessione delle due compagnie assicurative. Il consiglio d’amministrazione aveva deliberato di agire in giudizio contro Castelbarco, Montani e «alcuni soggetti del Gruppo Apollo (Apollo Management Holdings L.P., Apollo Global Management L.L.C., Apollo Management International L.L.P., Amissima Holdings s.r.l., Amissima Assicurazioni S.p.A., Amissima Vita S.p.A.) per ottenere il risarcimento dei danni conseguenti alla cessione delle partecipazioni di Carige nelle Compagnie di assicurazione e ad altri comportamenti successivamente tenuti dai soggetti del suddetto Gruppo».La decisione è maturata «a seguito di un’approfondita analisi delle cause che, unitamente a quelle di contesto e di sistema, hanno, nel recente passato, negativamente influito sui risultati economici e sulla vita della società». Mentre prova la via legale nei confronti dei vecchi amministratori, Carige è peraltro pronta a passare al livello operativo sul tema dei non performing loans per i quali, da piano industriale, punta a una cessione di posizioni lorde per 900 milioni entro fine anno: è probabile che il dossier sia già sul tavolo del consiglio di amministrazione previsto attualmente per la prima parte della prossima settimana e che in quella occasione l’istituto valuti se servirsi di un consulente finanziario per gestire l’operazione. Come spiegato nei giorni scorsi dall'amministratore delegato Guido Bastianini, in questa fase la banca intende individuare 2-3 portafogli di npl da poter mettere in vendita attraverso un processo competitivo.

Condividi su: